Coronavirus UK: Altre 14 persone muoiono quando il numero di casi colpisce 1.372

I numeri nel Regno Unito continuano ad aumentare poiché l’Europa è stata confermata come il nuovo epicentro dell’epidemia (Foto: PA)

Il numero di casi confermati di coronavirus nel Regno Unito è aumentato di 232 in un solo giorno, mentre altre 14 persone sono morte.

A partire dalle 9 del 15 marzo, un totale di 1.372 è stato confermato per aver annunciato Covid-19, ha annunciato il Dipartimento della sanità e dell’assistenza sociale. Il bilancio delle vittime nel Regno Unito ora è di 35 anni, dopo il più grande aumento registrato finora in sole 24 ore.

Sono stati testati in totale 40.279 e 38.907 di questi erano negativi.

Un uomo, alla fine degli anni ’50, è morto dopo essere stato curato alla Bristol Royal Infirmary, come confermato oggi. È risultato positivo al coronavirus dopo aver sofferto una serie di condizioni di salute.

L’aumento dei numeri è arrivato mentre i ministri sono pronti a tenere una riunione di Cobra lunedì per decidere i prossimi passi (Foto: Getty)
Nuove misure saranno introdotte nel Regno Unito dalla prossima settimana (Foto: Getty)

Public Health Wales ha confermato oggi 34 nuovi casi di Covid-19, portando a 94 il numero totale confermato nel paese.

Giri Shankar, direttore degli incidenti per la risposta alle epidemie di coronavirus presso Public Health Wales, ha dichiarato: “Stiamo lavorando con i nostri partner nel governo gallese, il più ampio NHS in Galles e altri ora che siamo entrati nella fase di” ritardo “.

“Questo non è ora solo un tentativo di contenere la malattia, per quanto possibile, ma di ritardarne la diffusione.”

Le persone non devono più contattare il NHS 111 se ritengono di aver contratto il coronavirus, ha affermato il dott. Shankar, ma invece chiunque abbia una febbre alta o una nuova tosse continua dovrebbe rimanere a casa per sette giorni. I test si concentreranno sui casi ricoverati in ospedale e sulla base di sintomi e gravità.

“Dovrebbero contattare l’NHS 111 solo se sentono di non riuscire a far fronte ai loro sintomi a casa, se le loro condizioni peggiorano o se i loro sintomi non migliorano dopo sette giorni”, ha affermato Shankar.

È arrivato dopo che il segretario alla salute Matt Hancock ha annunciato che gli anziani e i vulnerabili saranno costretti a mettersi in quarantena per un massimo di quattro mesi per proteggersi mentre il virus raggiunge il suo picco. Tuttavia, non è stato confermato quando entrerà in vigore.

Il governo è stato criticato per la mancanza di ventilatori disponibili per far fronte alla pressione dell’epidemia (Foto: AFP)

Tuttavia, il Chief Medical Officer Chris Whitty e il Chief Scientific Adviser Sir Patrick Vallance hanno dichiarato di essere preoccupati che tali misure potrebbero far sì che gli anziani muoiano a casa per abbandono in caso di blocco.

Un disegno di legge che istituisce poteri di emergenza per far fronte all’epidemia sarà pubblicato giovedì, e i dettagli di ciò che i poteri includeranno saranno condivisi martedì, a seguito di una riunione di emergenza di Cobra tra i ministri del Regno Unito domani.

Hancock ha confermato che i ministri stavano cercando di conferire poteri di polizia per arrestare e mettere in quarantena forzatamente le persone che sono malate del virus ma non si autoisolano.

Altre misure che potrebbero essere introdotte includono un passaggio all’isolamento delle famiglie piuttosto che all’autoisolamento individuale. Il segretario alla salute ha anche sollecitato i britannici a fermare il panico irresponsabile che acquista tra le paure della quarantena.

I detenuti potrebbero anche essere rilasciati per impedire la diffusione di Covid-19, ha affermato il capo dell’Associazione degli ufficiali penitenziari, poiché la situazione in carcere è stata descritta come “senza precedenti” sia per i prigionieri che per il personale.

Ai test verrà assegnata la priorità per coloro che sono maggiormente a rischio di malattie gravi a causa della malattia, mentre Public Health England (PHE) afferma che le persone nella comunità con febbre o tosse di solito non necessitano di test.

Solo quelli più a rischio di virus sono ora in fase di test, mentre ad altri è stato detto di rimanere a casa per sette giorni se presentano sintomi (Picture: Getty)

Boris Johnson è anche pronto a sollecitare i produttori a spostare le proprie linee di produzione per costruire ventilatori, con Hancock che ammette che il servizio sanitario nazionale non ne ha abbastanza e che il servizio sanitario ha bisogno di loro ora più di ogni altra cosa. Sono inoltre in corso trattative con aziende sanitarie private sull’accesso ai loro letti d’ospedale.

Fonti di Whitehall hanno già indicato che le riunioni di massa potrebbero essere bandite dal prossimo fine settimana. Altre misure, tra cui la chiusura delle scuole, sono state considerate un’opzione per combattere la diffusione del virus.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che è risultato negativo per il virus, ha annunciato l’estensione delle sue restrizioni di viaggio per coprire il Regno Unito e l’Irlanda, con cambiamenti in arrivo lunedì a mezzanotte negli Stati Uniti orientali.

A seguito del divieto di viaggio negli Stati Uniti, il Foreign Office ha sconsigliato “tutti i viaggi tranne quelli essenziali” negli Stati Uniti.

Nel frattempo, Ryanair è diventata l’ultima compagnia aerea ad avere voli verso la Spagna, dopo che Jet2 e Tui hanno fatto la mossa, in mezzo al blocco del paese.

Mettiti in contatto con il nostro team di notizie inviandoci un’e-mail a [email protected]

Per altre storie come questa, controlla la nostra pagina delle notizie.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *