“Il virus adesso è sotto controllo. Elezioni e scuola, nessun rinvio”

FAMIGLIE E ​​STUDENTI

di Manuela Perrone

immagine di caricamento predefinita
Vice Ministro della Salute, Pierpaolo Sileri (Imagoeconomica)

3 ‘letto

“Non vedo perché dovremmo fermare la riapertura delle scuole o le elezioni di settembre. Oggi non corriamo più i rischi di marzo e aprile. Possiamo avere una circolazione controllata del virus: abbiamo più consapevolezza, regole, strumenti e conoscenze per evitare il ripetersi della situazione vissuta nel mezzo dell’emergenza, che ci ha portato al blocco ”. Il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri (M5S) esclude gli aggiornamenti.

Tuttavia, le nuove infezioni sono passate a mille in un giorno e la curva sembra salire costantemente …

La crescita dei casi è significativa ma va letta e contestualizzata correttamente: rispetto a marzo e aprile sono per lo più positivi, non malati, spaventati e asintomatici. I ricoveri e le cure intensive, sebbene siano aumentati di poche unità, non destano al momento particolari preoccupazioni. Questo non significa sottovalutare il rischio che esiste e consiste nella trasmissione del contagio all’interno delle famiglie, alle persone più fragili o affette da malattie croniche. Ho sempre pensato che i casi sarebbero ricominciati ad aumentare e anche prima della fine dell’estate. Ma c’è una differenza sostanziale se gli aumenti possono essere controllati e non impegnano il nostro SSN in termini di ricoveri.

La maggior parte discute anche della scuola. Le linee guida della ISS non risolvono tutte le criticità. In qualità di medico, condividi l’obbligo di indossare maschere?

Per i bambini sopra i 6 anni, nelle occasioni in cui non è possibile mantenere le distanze, sì. Anche qui il discorso sulla riduzione del rischio è valido perché il rischio zero non esiste. Al di fuori della scuola, i bambini avranno inevitabilmente un contatto più stretto. Tuttavia, si applicherà il principio della responsabilità personale e familiare: attenzione ai più vulnerabili, contatto con i nonni, ascolto dei segnali del corpo. Dobbiamo vivere con coscienza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *