Aumentano il coronavirus, l’età media dei pazienti e i ricoveri ospedalieri. Rt maggiore di 1 in 5 regioni e in provincia di Trento

il rapporto della sala di controllo

In Italia oggi si trasmette principalmente in contesti domestici e familiari: sono la maggior parte dei governanti a essere vettore di contagio per gli anziani. National Rt a 0.92

di Nicoletta Cottone

Coronavirus, Rt maggiore di 1 in cinque regioni e una provincia: i dati

In Italia oggi si trasmette principalmente in contesti domestici e familiari: sono la maggior parte dei governanti a essere vettore di contagio per gli anziani. National Rt a 0.92

3 ‘letto

Il coronavirus? In Italia oggi si trasmette principalmente in contesti domestici e familiari: sono la maggior parte dei governanti a essere vettore di contagio per gli anziani. È proprio per questo motivo, nel Rapporto Settimanale delle Regioni curato dalla Cabina di regia, si raccomanda di “prendere precauzioni in particolare per proteggere le persone più vulnerabili (anziani, persone con patologie preesistenti) famiglia”. Il rapporto analizza i dati per il periodo dal 7 al 13 settembre 2020.

Rt nazionale a 0,92, sei regioni sopra 1
Da giugno, legato alla riapertura, si è registrato “un lieve ma costante aumento dell’indice di trasmissione nazionale (Rt) che ha superato la soglia dell’1 intorno al 16 agosto 2020”. Nel periodo dal 27 agosto al 9 settembre 2020, la RT calcolata sui casi sintomatici è pari a 0,92, inferiore a 1 del suo valore medio dopo due settimane. Cinque regioni e una provincia con Rt maggiore di 1: Calabria con 1.07, Friuli Venezia Giulia con 1.11, Liguria con 1.32, Trento con 1.59, Puglia con 1.13 e Sicilia con 1.08. Le regioni con la RT più bassa sono: Lazio (0,54), Valle d’Aosta (0,61) e Piemonte (0,69).

Il maggior numero di casi in Lombardia
La Lombardia, invece, è la regione con il maggior numero di casi nel periodo monitorato (103.621), seguita da Piemonte (33988), Emilia (3363), Veneto (24996), Lazio (13416), Toscana (12958), Liguria (11952). Le regioni che hanno registrato il minor numero di casi sono Molise (562), Valle d’Aosta (1260) e Calabria (1665).

Rezza: Crescono i ricoveri Covid, focolai diffusi
“Il numero dei casi di Covid 19 – ha sottolineato il responsabile del dipartimento prevenzione del Ministero della Salute Gianni Rezza – commentando i dati dell’ultimo monitoraggio dell’Iss. Gli aumenti per la settima settimana consentiti, la RT è di poco superiore a 1. Ci sono epidemie generalizzate nel Paese, l’età media è in aumento e si aggira intorno ai 41 anni. Ciò significa che c’è ovviamente una trasmissione intrafamiliare, vale a dire che il virus passa dal più giovane al più anziano. Questo spiega un certo lento ma graduale aumento dei ricoveri ”.

Per la settima settimana, i casi aumentano
Il rapporto conferma per la settima settimana consecutiva un aumento dei nuovi casi segnalati in Italia. La maggior parte dei casi – esattamente l’81,9%, continua ad essere contratta sul territorio nazionale, con una diminuzione dei casi importati dall’estero (10,8% dei nuovi casi diagnosticati durante la settimana di follow-up). Nel 7,3% dei casi le informazioni non sono indicate. La percentuale di casi importati da un’altra regione o provincia autonoma è diminuita per due settimane (5,5% questa settimana).

Maggiore trasmissione in famiglia
Il rapporto afferma che nelle ultime tre settimane, tuttavia, c’è stata una maggiore trasmissione casa / famiglia con il virus che circola anche tra le persone anziane.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *