Lavoro, Gualtieri: su Covid stiamo monitorando la situazione, grande è l’incertezza

EMERGENZA ECONOMICA

Il capo dell’economia: nessuno è in grado di sapere quale sarà l’evoluzione della pandemia. “Abbiamo a che fare con i Mes, ma non dimentichiamo che abbiamo avuto 120 miliardi di prestiti aggiuntivi a tassi agevolati dal Fondo di stimolo”

Fondo di stimolo: ecco il piano del governo

Il capo dell’economia: nessuno è in grado di sapere quale sarà l’evoluzione della pandemia. “Abbiamo a che fare con il Mes, ma non dimentichiamo che abbiamo avuto 120 miliardi di prestiti aggiuntivi a tassi agevolati dal Fondo di stimolo”

2 ‘letto

“Dobbiamo pensare alle conseguenze e ridurre il cuneo fiscale, che abbiamo già iniziato a fare con le risorse della lotta all’evasione fiscale, è qualcosa che vogliamo continuare”. Lo ha ricordato il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri. Rispondendo su La7 durante un intervento sul programma Omnibus, alla domanda se ci sarà una nuova proroga della sigaretta Covid, il Responsabile dell’Economia ha spiegato, a proposito dei lavori, che “Il fondo di licenziamento Covid è stato esteso, seguiremo sicuramente la situazione, che è un po ‘migliore del previsto ma le incertezze sono ancora molto grandi, nessuno può sapere come si svilupperà la pandemia”.

Sul Mes: “discuteremo con gli alleati, speriamo in un confronto costruttivo”

Sull’opportunità di aderire ai fondi Mes, Gualtieri ha sottolineato che “la situazione finanziaria è molto solida, il flusso di cassa è solido e anche l’accesso ai mercati, non c’è problema di liquidità, ma finanziare a interesse nessuno come in questo. il caso della spesa sanitaria è utile, su questo c’è una divergenza di opinioni e approfondiremo e discuteremo questi aspetti con i nostri amici e colleghi e speriamo possa essere un confronto proficuo ”.

120 miliardi di prestiti aggiuntivi dal Fondo di recupero

In particolare, in merito alla trattativa con il M5 sull’attivazione del MES sanitario, il Ministro dell’Economia ha riconosciuto che sulle risorse messe a disposizione dell’Italia dal MES per l’emergenza pandemica “ci sono ha una divergenza di opinioni, approfondiremo. Ma – ha proseguito – non dimentichiamo che avevamo 120 miliardi di prestiti addizionali “a tassi agevolati dal Fondo di recupero,” una dotazione molto consistente “. Se a questi 120 miliardi “aggiungiamo un altro pezzettino è meglio, ma non vorrei avere la sensazione che il Mes sia più importante”.

“Con Salvini e Meloni più tasse”

Rispondendo alle dichiarazioni dei leader dell’opposizione contro la quota di prestito del Fondo Stimolo, Gualtieri ha risposto: “Salvini e Meloni dicono cose incredibili. Trovo davvero vergognoso che dopo aver sottovalutato i virus, dando cattivi esempi dicendo che il virus non esiste, che le maschere non vanno indossate, ora vengono a dirci una cosa così assurda. Per dire “preferirei avere meno soldi piuttosto che più soldi, più tasse e meno servizi”, continua a dire sciocchezze perché in passato dico “l’Europa fa schifo” è assurdo “, ha detto il ministro facendo riferimento alle dichiarazioni di Salvini a favore dell’indebitamento sul mercato, piuttosto che attraverso prestiti del Fondo di recupero ad interessi “zero”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *