news1
Sun. Dec 6th, 2020

Covid-19, Johnson & Johnson annuncia la fase 3 del vaccino

J&J ha avviato la sperimentazione di fase 3 a seguito dei risultati positivi della sperimentazione di fase 1/2 negli Stati Uniti e in Belgio.

La sperimentazione clinica di fase 3 di J&J utilizzerà fino a 215 siti negli Stati Uniti, Sud Africa, Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Messico e Perù. Allo stesso tempo, l’azienda ha anche autorizzato in linea di principio a collaborare con il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord (governo del Regno Unito) per un’ulteriore sperimentazione clinica di fase 3, da condurre in diversi paesi, da esplorare un regime a due dosi.

Il candidato vaccino Janssen Covid-19 utilizza la piattaforma AdVac® dell’azienda, che è stata utilizzata anche per sviluppare e produrre il vaccino contro l’Ebola recentemente approvato da Janssen, e per creare candidati vaccini contro Zika, Rsv HIV. La piattaforma AdVac® è già stata utilizzata fino ad oggi per vaccinare più di 100.000 persone nell’ambito dei programmi di ricerca sui vaccini di Janssen. Con questa tecnologia, il vaccino rimane stabile a 2-8 ° C per tre mesi. Ciò lo rende compatibile con i canali di distribuzione dei vaccini standard e non è necessaria alcuna nuova infrastruttura per portarlo dove è necessario.

Lo studio sarà supervisionato da un Data and Safety Monitoring Board (DSMB) indipendente che esaminerà la sicurezza e l’efficacia del vaccino. Parlando alla conferenza stampa, Francis Collins, direttore del National Institutes of Health, ha affermato che i tre vaccini supportati dall’operazione Warp Speed ​​del governo federale – J&J, Moderna e AstraZeneca – condividono invece un DSMB comune, Pfizer. , esegue i test con un DSMB separato.