news1
Sat. Dec 5th, 2020

Dal bonus meccanico al pacchetto terremoto, l’assalto al decreto di agosto

arrivo in classe il 5 ottobre

L’arrivo alla Camera del Senato è rinviato al 5 ottobre, pochi giorni prima della scadenza (prevista per le 13). E la fiducia è già stata annunciata. L’emiciclo rimarrà dunque poco più di una settimana per esaminare un testo che infatti arriverà “blindato” dopo il voto a Palazzo Madama. Il Pd cerca di convergere su un pacchetto di misure per il terremoto. Il Movimento 5 Stelle desidera estendere il bonus di € 600 a una serie di categorie, a partire dalle officine di meccanica e revisione.

Decreto di agosto: file bloccati fino al 15 ottobre

L’arrivo alla Camera del Senato è rinviato al 5 ottobre, pochi giorni prima della scadenza (prevista per le 13). E la fiducia è già stata annunciata. L’emiciclo rimarrà dunque poco più di una settimana per esaminare un testo che infatti arriverà “blindato” dopo il voto a Palazzo Madama. Il Pd cerca di convergere su un pacchetto di misure per il terremoto. Il Movimento 5 Stelle desidera estendere il bonus di € 600 a una serie di categorie, a partire dalle officine di meccanica e revisione.

3 ‘letto

Più aiuti per le imprese, più soldi per le scuole, un aiuto per i comuni e misure di rafforzamento per le aree che, inoltre Covid ancora alle prese con i danni del terremoto. L’elenco delle richieste dei partiti di aggiungere, rivedere e modificare il decreto di agosto è ancora molto lungo, tanto che l’arrivo in camera del Senato è rinviato al 5 ottobre, qualche giorno prima della scadenza (prevista per il 13), ed è già annunciata la fiducia. Alla Camera resterà dunque poco più di una settimana per esaminare un testo già corposo (115 articoli) e che arriverà di fatto “schermato” dopo il voto di Palazzo Madama.

Cedola secca sui negozi differita alla legge finanziaria

La battaglia per dividere i circa 250 milioni ancora disponibili (e ulteriori 50 milioni per il 2021) si giocherà dunque interamente al Senato. Quello per il buono secco sui negozi, tra gli emendamenti “segnalati” da Italia Viva, sarà rinviato alla legge finanziaria, perché il provvedimento resta molto costoso. Ed è probabile che la proposta M5S firmata dal presidente del comitato, Daniele Pesco, per incentivare anche chi “ converte ” le proprie auto all’elettrica (con 3.500 euro), verrà discussa quando il tavolo generale dei conti pubblici sarà più Chiaro, visto che l’auto è uno dei settori che andrebbero affrontati anche attraverso il Fondo Stimolo.

Misure per il terremoto

Tra le centinaia di proposte di maggioranza ancora in piedi (867 sulle oltre 2.600 segnalate, circa la metà dai partiti che sostengono il governo Conte), il Pd cerca di convergere su un pacchetto di misure per il terremoto, da l estensione ai distretti di crisi marchigiani (come la regione calzaturiera) dell’esenzione del 30% dai contributi previsti per le aziende del Mezzogiorno. I Dem chiedono anche di differire di un anno l’affitto unico che assorbe, tra gli altri, Tosap, che nel frattempo potrebbe anche essere sospeso per tutto il 2021 sui tavoli all’aperto aggiunti da bar e ristoranti, ma ancora in manovra. Così come il rinvio al 2022 dei sindacati delle camere di commercio; un credito d’imposta del 65% per coloro che ristrutturano e restaurano edifici storici; l’incremento di circa 150 milioni di euro dei fondi messi a disposizione di Comuni e Province per consentire l’acquisto o la locazione di spazi alternativi per attività didattiche nelle scuole o per adeguare spazi esistenti a esigenze dettate dall’emergenza Covid.

Moratoria sulle sanzioni per le aziende in perdita

Italia Viva chiede una riduzione della pressione fiscale sulle bevande alcoliche spinge ad aumentare i fondi per la Casa Internazionale delle Donne mentre il Movimento 5 Stelle vorrebbe estendere il bonus di 600 euro a una serie di categorie, a cominciare dalla meccanica e workshop per le revisioni. Dall’altro, l’arrivo di un fondo ad hoc di 10 milioni annui per la tutela dei beni storico-artistici (l’emendamento è firmato da tutti i capigruppo del Senato) e la moratoria sulle sanzioni per aziende in perdita che pagheranno le tasse entro il 30 ottobre, con l’unico aumento dello 0,8%.

Da lunedì voterai sugli emendamenti in commissione del Senato

Le votazioni sulla commissione per il bilancio del Senato inizieranno lunedì 28 agosto. Le sentenze di inammissibilità dovrebbero arrivare entro lunedì. I voti dovrebbero quindi iniziare la sera e continuare il martedì e il mercoledì. Su richiesta della Lega verranno interrotti giovedì e venerdì, per riprendere sabato se i lavori non saranno terminati. Oggi e nei prossimi giorni sono previste riunioni di maggioranza e maggioranza e opposizione. L’accelerazione delle procedure di ricostruzione post-terremoto è una delle questioni su cui deve essere trovata la convergenza.