news1
Thu. Jan 21st, 2021

Decreto Ristoro, ecco le categorie che hanno diritto al risarcimento e quanto ne prenderanno

A novembre 800 euro ai precari del settore sportivo

L’articolo 16 del progetto di decreto di aggiornamento prevede che “per il mese di novembre 2020, la società Sport e Salute SpA versa un compenso di 800 euro, fino al limite massimo di 124 milioni di euro per l’anno 2020 a favore dei lavoratori assunti in collaborazione con Coni, Comitato Paralimpico Italiano, federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva riconosciuti da Coni e CIP, società e associazioni sportive dilettantistiche ”.

E ‘inoltre istituito, nel limite di 50 milioni di euro massimo per l’anno 2020, il “Fondo di sostegno alle associazioni sportive dilettantistiche e alle società sportive dilettantistiche”: servirà per l’adozione di misure di sostegno e recupero di associazioni e società sportive dilettantistiche. “Penalizzato dall’ultimo governo Dpcm.

Buono per biglietti per spettacoli fino al 31 gennaio

È previsto anche un rimborso con voucher per spettacoli dal vivo in programma dal 24 ottobre a gennaio 2021 e saltati a causa delle nuove restrizioni anti-Covid. La misura si applica anche ai “titoli acquistati dal 1 al 24 ottobre, non utilizzati” fino ad ora e “non utilizzabili fino al 31 gennaio 2021”.

Patuanelli: 200% in palestre, teatri e cinema

“Per le aree completamente chiuse come palestre, piscine, teatri, cinema, l’importo viene raddoppiato”. Il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ha parlato dei contributi a fondo perduto. “Molti ristoranti – racconta – sono aperti solo di notte, perdono ben oltre la metà del loro reddito, anche per questi dopo il confronto con le categorie abbiamo deciso di applicare il coefficiente del 200%. Il 150% andrà in pasticcerie, gelaterie ”.

400 milioni in più a guide e agenzie di viaggio

Altri 400 milioni stanno arrivando per supportare i tour operator, dalle agenzie di viaggio e dai tour operator alle guide turistiche e agli accompagnatori. Altri 100 milioni andranno al Fondo Emergenza per imprese e istituzioni culturali: le risorse aggiuntive saranno utilizzate in particolare per compensare le perdite subite dal settore legate all’organizzazione di fiere e convegni.