news1
Mon. Jan 18th, 2021

13 cose che dovresti sapere – quali? Nuovo

Con 1.246 pagine, l’accordo commerciale Regno Unito-UE non è di facile lettura, anche se hai del tempo libero durante le vacanze.

Fortunatamente, i nostri esperti hanno lavorato duramente per te.

Continua a leggere per scoprire cosa significa l’accordo per tutto, dalla guida di un’auto al bere alcolici e altro ancora nel mezzo.

Oppure leggi la nostra analisi approfondita del contratto e se funziona per i consumatori.Acquista la scatola di iscrizione alla newsletter intelligente

1. Non avrai bisogno di un visto

Questa è una buona notizia sia per i vacanzieri che per i viaggiatori d’affari, poiché potrai trascorrere fino a 90 giorni per un periodo di 180 giorni nell’UE, Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera senza visto. Può essere in un viaggio o in più viaggi.

Detto questo, viaggiare non sarà più facile come una volta. Non potrai utilizzare le corsie dell’UE durante il controllo di frontiera e avrai bisogno di almeno sei mesi di validità sul tuo passaporto.

2. Sei mesi è il numero magico

Il giorno del tuo viaggio nell’UE, il tuo passaporto deve essere valido per almeno sei mesi.

Per aumentare la confusione, dovrà anche avere meno di 10 anni. Evita di essere deluso usando il controllo passaporti online del governo.

Quando si tratta di passaporti, se prevedi di portare con te il tuo animale domestico, tieni presente che il Regno Unito non farà più parte del programma passaporti per animali domestici. Invece, avrai bisogno di un certificato di salute animale, che può richiedere un mese per organizzarsi.

3. Prendi un Ghic, ma non dimenticare l’assicurazione

Probabilmente hai sentito parlare di Ehic – la tessera sanitaria europea – e nel 2021 potrai ottenere un “Ghic”; una tessera sanitaria globale.

Ghic è un programma del governo del Regno Unito che dovrebbe fornire assistenza sanitaria reciproca simile al programma Ehic, sebbene i dettagli siano ancora in fase di definizione.

Tuttavia, non gettare il tuo Ehic nella spazzatura, poiché continuerai a ricevere assistenza sanitaria reciproca fino alla scadenza della tua carta (ad eccezione dei paesi extra UE come Svizzera e Norvegia).

Tuttavia, né un Ehic né un Ghic sono sufficienti da soli. L’assicurazione di viaggio ti coprirà per ospedali privati, rimpatrio, annullamento e interruzione.

4. Il risarcimento per i ritardi dei voli continuerà

Le compagnie aeree saranno comunque legalmente responsabili di portarti dove devi andare. Dovrà comunque fornire cibo, bevande e alloggio se un volo è in ritardo o viene cancellato.

Il Regno Unito ha anche approvato le norme dell’UE che richiedono alle compagnie aeree di risarcirti se il tuo volo è in ritardo o cancellato. Tuttavia, poiché questa regola si applica solo nell’UE, coprirà solo i voli delle compagnie aeree dell’UE o i voli dagli aeroporti dell’UE.

È quindi possibile che solo i passeggeri che viaggiano dal Regno Unito con compagnie aeree dell’UE o dell’UE per il Regno Unito siano coperti dal 1 ° gennaio.

5. Non mettersi in viaggio senza un adesivo GB

Un adesivo probabilmente non è in cima alla tua lista di imballaggio, ma sarà necessario se guidi la tua auto nell’UE.

Puoi acquistare un adesivo in modo semplice ed economico.

Sarà richiesta anche una carta verde, che dimostri che hai un’assicurazione, ma purtroppo può essere più difficile da ottenere.

Dovrai chiedere al tuo assicuratore chi dovrebbe inviarti una copia (questo può richiedere fino a sei settimane) o inviarti una copia che deve essere stampata.

6. Le crociere con alcol sono pronte per il ritorno

Ti ricordi di aver preso il traghetto per la Francia e di aver approfittato del duty free?

Quei giorni dovrebbero tornare, poiché le regole di duty-free sono estese all’UE. Potrai acquistare prodotti esentasse negli aeroporti, per i voli verso l’UE e oltre, oltre che su traghetti e treni.

Non esagerare, potresti finire per pagare i dazi doganali. Per uso personale puoi portare fino a 42 litri di birra, più 18 litri di vino e 4 litri di superalcolici, più fino a 200 sigarette.

7. Attenzione alle tariffe di roaming

Pensavamo di aver detto addio alle tariffe di roaming nell’UE, ma potrebbero essere sull’orlo di un ritorno indesiderato.

Alle reti mobili del Regno Unito non sarà più vietato addebitarti costi aggiuntivi per l’utilizzo di minuti, testi e dati nei paesi dell’UE.

Tuttavia, non tutti lo faranno: controlla il sito web della tua rete mobile prima di partire.

Tieni presente che i costi aggiuntivi dovrebbero essere limitati a £ 45 al mese; a questo punto, i servizi verranno interrotti a meno che tu non scelga di spendere di più.

8. Minime variazioni dei prezzi dei prodotti alimentari

Ora che è stato raggiunto un accordo, le tariffe non verranno applicate ai prodotti alimentari e alle merci scambiate tra il Regno Unito e l’UE.

Ma ci saranno ulteriori controlli alle frontiere che potrebbero aumentare i costi. Tuttavia, questi dovrebbero essere minimi rispetto alle preoccupazioni per l’impatto delle tariffe elevate sul cibo.

9. E puoi ancora assaggiare un buon vino

Inoltre, non dovresti aspettarti di pagare di più per una bottiglia di vino. Le due parti hanno convenuto di semplificare i requisiti per le importazioni di vino.

Senza un accordo, importare vino avrebbe richiesto molte scartoffie e amministrazione, il che avrebbe potuto far salire il prezzo di una bottiglia.

Vino conservato alla giusta temperatura

10. Un impegno a proteggere gli acquisti online

Entrambe le parti si impegnano a garantire che siamo protetti quando facciamo acquisti online, inclusa la richiesta ai venditori di agire in buona fede, aderire a pratiche commerciali eque e vietare comportamenti discutibili come addebitare ai consumatori i prodotti e servizi non richiesti.

I venditori dovrebbero anche fornirti informazioni chiare, inclusi i dettagli di contatto, descrivere accuratamente ciò che stai acquistando e fornire prezzi chiari e costi associati.

11. Ma assicurare alla giustizia le società con sede nell’UE sarà più complicato

Detto questo, far valere i tuoi diritti potrebbe diventare più complicato, poiché l’accordo commerciale non include alcuna disposizione che ti consentirà di far valere i tuoi diritti nell’UE attraverso un tribunale del Regno Unito.

Ciò significa che se hai una controversia con una società con sede nell’UE, non potrai portarla in tribunale nel Regno Unito.

12. Le tue consegne potrebbero essere tenute in ostaggio

Se acquisti qualcosa da un venditore online con sede nell’UE che costa più di £ 390, dovrai pagare i dazi doganali.

Possono essere applicate anche IVA e spese di gestione e i pacchi possono essere trattenuti negli uffici postali fino al pagamento di tutti i dazi e tasse.

13. Amministratore aggiuntivo quando si invia un pacchetto

La Posta ha dichiarato che se invii un pacco o regali nell’UE dovrai allegare un modulo di dichiarazione doganale. Questi moduli richiedono di dettagliare il tipo di proprietà, il suo valore e il peso.

Sebbene queste nuove regole non entreranno in vigore fino al 1 gennaio, il Post ha detto da martedì 29 che dovresti allegare questo documento per evitare ritardi.

Lettere, cartoline e documenti inviati all’UE non richiedono un modulo.


Per tutti i nostri articoli sulla Brexit e su come potrebbe influenzarti, visita la nostra pagina di notizie e consigli sulla Brexit